DA NON PERDERE!

Santuario della Madonna di Capo d’Acqua, Cittareale – Nato attorno al sec. XI a seguito del ritrovamento miracoloso di una immagine della Vergine da parte di una pastorella chinatasi a bere alle vicine sorgenti del Velino, il santuario venne ricostruito dopo il terremoto del 1703.


Una suggestiva tappa lungo l’alta valle del Velino alle pendici dei Monti S. Venanzio e Boragine, alla scoperta di Cittareale, Posta e reperti d’epoca romana legati all’antica Consolare

LUOGO DI PARTENZA Cittareale
LUOGO DI ARRIVO Posta
REGIONE Lazio
COMUNI Cittareale, Posta
AREA INTERESSATA Alta Valle del Velino
GRADO DI DIFFICOLTA’ T-TC/TC
DIMENSIONI
Lunghezza: 17,2 Km
Durata: 6 ore
DISLIVELLO
 Salita: 220 m
 Discesa: 460 m
PERIODO CONSIGLIATO tutto l’anno
CARTOGRAFIA SPECIFICA Carte Escursionistiche Alta Valle del Velino, CAI Antrodoco
GUIDA SPECIFICA Salaria quattro regioni senza confini, Carsa, 2014
SEGNALETICA Parziale
ACCESSIBILITA’ PER DISABILI Non adeguato
RICETTIVITA’

A Cittareale: Agriturismo Lu Ceppe, circa 30 posti letto. www.agriturismoluceppe.it
A Posta: Agriturismo La Quercia, 9 posti, www.agriturismolaquercia.it
Agriturismo Dal Poeta, 0746 959747 – Cell. 334 7106011
Agriturismo Il Casale Pica, Cell. 349 7896258

PUNTI DI ACCESSO
SS 4 Salaria

www.cotralspa.it

PUNTI D’INTERESSE Rocca di Cittareale, centri storici di Cittareale e Posta, Santuario di Madonna di Capo d’Acqua, scavi del sito archeologico di Phalacrine, chiesa di S. Pietro a Bacugno, chiesa di S. Rufina

www.caisalaria150.it

1

La sorgente del Velino

Dalla piazza di Cittareale (921 m), si scende alla frazione di Cupello sino alla chiesa di Madonna di Capo d’Acqua che prende il nome dalla vicina sorgente indicata come “la sorgente del Velino”.
2

Conca

Si segue la carrareccia a mezzacosta in direzione sud sino a un profondo intaglio dove, superato il fosso, si continua in leggera discesa sotto le pendici di Monte Pizzo.
3

Chiesa di San Lorenzo

Giunti alla frazione di Conca, si scende su mulattiera sino alla località Pallottini, dove si percorre la panoramica e poco frequentata strada asfaltata. Si arriva alla chiesa di S. Lorenzo, dove si trovano i resti archeologici di una villa, forse appartenuta all’Imperatore Vespasiano.
4

Bacugno

Da qui, seguendo una mulattiera, si giunge alla frazione di Mola Coletta e si percorre la vecchia Salaria, superando Santa Croce, sino alle porte di Bacugno dove, in prossimità del ristorante, si svolta a sinistra in direzione Figino.
5

Posta

Oltrepassata la superstrada, si costeggia il torrente Velino, per lunghi tratti lungo una comoda carrareccia, sino alla chiesa romanica di Santa Rufina; si giunge poi alla piazza principale di Posta (721 m).

Richiedi il tracciato GPS dell’itineraio, inserisci il tuo indirizzo email e ti sarà inviato il link per scaricarlo:

Nome *

Email *

Cittareale