DA NON PERDERE!

Santuario della Madonna della Filetta – Gli affreschi absidali di fine sec. XV ritraggono la storia del miracolo: Chiara Valenti, la prima processione, la costruzione della chiesa, il paesaggio dei monti della Laga.


Si percorre la tappa laziale della Salaria di collegamento dei due comuni capoluogo distrutti dal terremoto del 24 agosto 2016, per percepire il legame tra la bellezza del paesaggio appenninico e la forza di volontà di ricostruire da parte della popolazione.

LUOGO DI PARTENZA Accumoli, bivio Poggio Casoli sulla SS4 Salaria
LUOGO DI ARRIVO Amatrice
REGIONE Lazio
COMUNI Accumoli, Amatrice
AREA INTERESSATA Alta valle del Tronto, area adiacente al Parco Nazionale Gran Sasso-Laga
GRADO DI DIFFICOLTA’ T
DIMENSIONI
Lunghezza: 15,5 km
Durata: 6 ore
DISLIVELLO
 Salita: 550 m
 Discesa: 300 m
PERIODO CONSIGLIATO tutto l’anno
CARTOGRAFIA SPECIFICA Carte Escursionistiche Monti della Laga redatte da: Parco Nazionale Gran Sasso-Laga, SER ed., CAI Teramo
GUIDA SPECIFICA Salaria quattro regioni senza confini, Carsa, 2014
SEGNALETICA Parziale
ACCESSIBILITA’ PER DISABILI Non adeguato
RICETTIVITA’

Azienda Agrituristica Alta Montagna Bio, Madonna delle Coste di Accumoli. Disponibilità 50 posti. Contattare Katia D’Apostolo 347 5133299

PUNTI DI ACCESSO
SS 4 Salaria

 www.cotralspa.it

PUNTI D’INTERESSE Santuario Madonna della Filetta

 

1

San Tommaso

Per evitare la zona interdetta, la tappa inizia sulla SS 4 Salaria, a circa 200 m ad ovest dallo svincolo di Fonte del Campo, in corrispondenza del bivio per Poggio Casoli, dove si prende il Sentiero Italia. Si sale nel bosco e si devia a destra per il sentiero che conduce a San Tommaso (quota 1041 m).
2

Collalto

Si prosegue lungo la panoramica strada asfaltata in direzione sud e si arriva a Collalto (quota 1081 m), che costituisce il punto più elevato del percorso.
3

Santuario della Madonna di Filetta

Si scende su strada asfaltata per immettersi sulla SP20 che passa per Cossito (975 m), supera il bivio per San Lorenzo e Flaviano (982 m) fino a raggiungere il successivo bivio per Rocchetta (912 m). Preso il bivio e superato il nuovo villaggio di casette, si prende a sinistra lo stradello che giunge al Santuario della Madonna di Filetta (861 m). La chiesa, dissestata dal terremoto ma ancora in piedi, fu costruita a seguito del miracolo accaduto alla pastorella Chiara Valenti, che il giorno dell’Ascensione dell’anno 1472 si salvò da un forte temporale grazie al ritrovamento di un’immagine della Madonna scolpita su un cammeo.
4

Amatrice

Dal santuario si prende il sentiero percorso nel pellegrinaggio annuale da Amatrice, si scende sulla riva del fiume Tronto e lo si costeggia per lungo tratto attraversandolo su un ponte di legno. Raggiunta la strada asfaltata che sale ad Amatrice, la si percorre fino al bivio dello Scoglio, per scendere verso il ponte di Sommati e prendere il sentiero CAI n. 300 denominato sentiero “24 agosto” che sale rapidamente sul pianoro di Amatrice (950 m).

Richiedi il tracciato GPS dell’itineraio, inserisci il tuo indirizzo email e ti sarà inviato il link per scaricarlo:

Nome *

Email *

Santuario Madonna della Filetta
Santuario Madonna della Filetta