DA NON PERDERE!

Centro storico di Spoleto – Eggi – Castello di Poreta


Si percorre nella parte iniziale l’antica ferrovia Spoleto-Norcia per poi seguire il “Sentiero degli Ulivi” verso Eggi, Bazzano Inferiore e Superiore ed il Castello di Poreta. Ritorno per la ciclabile lungofiume.

LUOGO DI PARTENZA Spoleto – zona stazione F.S.
LUOGO DI ARRIVO Spoleto – zona stazione F.S.
REGIONE Umbria
COMUNE Spoleto
AREA INTERESSATA  Monti ad est della Valle Umbra
GRADO DI DIFFICOLTA’ MC/MC
DIMENSIONI
Lunghezza: 30 Km
Durata: –
DISLIVELLO
 Salita: 700 m
 Discesa: 700 m
PERIODO CONSIGLIATO tutto l’anno
CARTOGRAFIA SPECIFICA Cartografia specifica IGM 1:25.000 contenuta nella guida “Sentiero degli ulivi” Sezioni CAI Spoleto e Foligno
GUIDA SPECIFICA  Guida “Sentiero degli ulivi” (Enzo Cori-Fabrizio Cicio) aprile 2002
SEGNALETICA Presente
ACCESSIBILITA’ PER DISABILI Non adeguato
RICETTIVITA’ Da verificare
PUNTI DI ACCESSO
Spoleto: da Perugia S.S. 75 fino a Foligno poi in direzione sud S.S. 3 fino a Spoleto, da Terni S.S. 3 fino a Spoleto.
www.umbriamobilita.it, www.cotralspa.it, www.trenitalia.com
PUNTI D’INTERESSE Centri storici di Spoleto, Eggi, Bazzano Superiore, Poreta

 

1

Al borgo di Eggi

Il “Sentiero degli Ulivi” è un itinerario francescano riscoperto grazie alla felice intuizione di alcuni soci delle Sezioni CAI di Spoleto e Foligno. Dell’itinerario si percorre solo la prima parte, da Spoleto al Castello di Poreta, effettuando il ritorno sulla pista ciclabile lungo la vallata. Si parte nei pressi della stazione ferroviaria di Spoleto per imboccare, in prossimità dello svincolo nord della nuova Flaminia, l’antica ferrovia ora ciclabile che collegava Spoleto a Norcia. Dopo alcune gallerie e viadotti spettacolari, si scende verso il grazioso borgo di Eggi con il Castello e tre chiese che conservano al loro interno dipinti votivi e affreschi di pregevole fattura.
2

Verso Bazzano

Si prosegue su tratturi, con percorso a sali-scendi, immersi tra filari di ulivi che immergono chi ci si trova in un ambiente incontaminato, che affonda le proprie radici nell’epoca medievale. Si raggiungono in successione i borghi di Bazzano Inferiore (vedi il Castello) e Bazzano Superiore.
3

Ritorno a Poreta

A questo punto si scende sino a superare la strada Piancianina per poi prendere una strada imbrecciata al limitare di un bosco. In vista del campanile della chiesa di Poreta si segue una mulattiera a tratti ripida che conduce al Castello di Poreta, oggi trasformato in albergo ma in ogni caso visitabile. L’itinerario di ritorno segue la strada asfaltata verso gli abitati di Poreta e S. Giacomo sino a incrociare la ciclabile lungofiume che riporta al punto di partenza.

Richiedi il tracciato GPS dell’itineraio, inserisci il tuo indirizzo email e ti sarà inviato il link per scaricarlo:

Nome *

Email *

La cattedrale di Spoleto