DA NON PERDERE!

Eremo di San Marco – Romitorio di origine cistercense (sec. XIII), costituito da una parete in blocchi di travertino addossata a copertura di una grande grotta.


Il sentiero storico collega la città di Ascoli Piceno all’eremo e al pianoro di San Marco giungendo al confine con il Parco Nazionale Gran Sasso-Laga, segnato dalla presenza di molte caciare di pastori.

LUOGO DI PARTENZA Ascoli Piceno
LUOGO DI ARRIVO Ascoli Piceno
REGIONE Marche
COMUNE Ascoli Piceno
AREA INTERESSATA Area contigua al Parco Nazionale Gran Sasso Monti della Laga
GRADO DI DIFFICOLTA’ E
DIMENSIONI
Lunghezza: 20,8 Km
Durata: 8 ore
DISLIVELLO
 Salita: 950 m
 Discesa: 950 m
PERIODO CONSIGLIATO tutto l’anno
CARTOGRAFIA SPECIFICA Carta Escursionistica Monti Gemelli. CAI Ascoli Piceno
GUIDA SPECIFICA I Monti Gemelli. le più belle escursioni, SER ed
SEGNALETICA Parziale
ACCESSIBILITA’ PER DISABILI Non adeguato
RICETTIVITA’ Sì,

Villa Sgariglia di Piagge, 25 posti (www.villasgariglia.it)
Ricettività nel comune di Ascoli Piceno (
www.comuneap.gov.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/l/IT/IDPagina/144)

PUNTI DI ACCESSO
strada SS4 Salaria
www.startspa.it
PUNTI D’INTERESSE Centro storico di Ascoli Piceno, Chiesa San Bartolomeo di Piagge, Tomba Sgariglia al cimitero di Piagge, Eremo di San Marco, Resti Eremo S. Lorenzo, Dito del Diavolo, Grotta del Beato Corrado, Monumento ai Partigiani e Sacrario al Pianoro di San Marco, ex cave di travertino

 

1

Da Porta Cartara a Piagge

Da Porta Cartara (175 m), individuato da un segnale CAI dietro la chiesetta rotonda della Madonna del Ponte, inizia il sentiero in salita costante fino all’abitato di Piagge (405 m), dove ci si può dissetare ad una fontana.
2

Chiesa di San Bartolomeo

Attraversata la SP 76, in corrispondenza dell’albergo ristorante ospitato presso Villa Sgariglia, si sale alla chiesa di San Bartolomeo, ricca di dipinti d’inizio ‘500.
3

Eremo di San Marco

Si costeggia il soprastante cimitero che accoglie la tomba degli Sgariglia, benefattori di Ascoli Piceno, si sale dentro il bosco e a un bivio si volta a sinistra per raggiungere, addossato alla parete di travertino e ricavato da una grotta, l’Eremo di San Marco (620 m), oggetto di restauri recenti.
4

Pianoro di San Marco

Tornati al bivio, si riprende la mulattiera che in ripida salita raggiunge il Pianoro di San Marco (694 m), dove si trova il Sacrario. Di fianco al Monumento ai Partigiani si prende il Sentiero della Memoria dedicato alla Resistenza con salita al Monte Giammatura (1034 m), dove si possono visitare una caciara ed una neviera restaurate di recente.
5

San Giacomo

Si prosegue in salita fino a San Giacomo, punto di accesso al Parco Nazionale Gran Sasso-Laga e confine storico tra Stato Pontificio e Regno delle Due Sicilie, segnato da due cippi. Si scende al Rifugio Paci (903 m) e si attraversa il Bosco dell’Impero per raggiungere la strada asfaltata, dove si prende a sinistra la brecciata che va alle dismesse cave di travertino (719 m).
6

Verso Piagge

La brecciata scende e ad un bivio si prende lo sterrato che conduce a Piagge e al Bivio del Lupo (528 m) si scende a sinistra fino alla strada asfaltata per Palombare, dove si riprende il sentiero per porta Cartara. Il percorso può essere ridotto con partenza da Piagge.

Richiedi il tracciato GPS dell’itineraio, inserisci il tuo indirizzo email e ti sarà inviato il link per scaricarlo:

Nome *

Email *

Eremo San Marco
Eremo San Marco